image001
Si precisa che gli articoli non sono riproducibili senza l’approvazione dell’editore: per qualsiasi riutilizzo con scopi commerciali o promozionali, è necessario richiedere opportuna quotazione scrivendo a shcmilan@springer.com Gli articoli pubblicati sul GIHTAD sono fruibili in base all’attribuzione CCBY NC ND. Visualizza il testo completo della licenza

26 Maggio 2023

Migliorare la precisione dei dispositivi per una diagnosi efficace, risultati clinici migliori e riduzione dei costi di ospedalizzazione e assistenza ai pazienti: il Congresso Mondiale di Medicina di Laboratorio a Roma

SCARICA IL PROGRAMMA

Dal 21 al 25 maggio si è tenuta a Roma Wordllab – Eurolab – XXV Congresso Internazionale di Chimica Clinica e Medicina di laboratorio, a cura della IFCC (International Federation of Clinical Chemistry & Laboratory Medicine) in parallelo al Congresso della EFLM (European Federation of Clinical Chemistry and Laboratory Medicine) e al 55° Congresso della SIBioC (Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Clinica Molecolare. Il convegno che ha riunito esperti, professionisti e ricercatori del settore da tutto il mondo, con un’enfasi particolare sull’importanza della precisione dei dispositivi medici per migliorare la diagnosi, i risultati clinici e ridurre i costi di ospedalizzazione e assistenza per i pazienti.

La chimica clinica e la medicina di laboratorio svolgono un ruolo cruciale nel sistema sanitario, fornendo informazioni diagnostiche essenziali per guidare le decisioni terapeutiche e valutare l’efficacia dei trattamenti. La precisione dei dispositivi utilizzati in questi settori è fondamentale per garantire risultati affidabili e sicuri.

Uso inappropriato delle risorse di laboratorio

Durante la conferenza è emerso come l’utilizzo inappropriato delle risorse di laboratorio rappresenti una sfida significativa per i sistemi sanitari. Molte volte, i test di laboratorio vengono richiesti senza una giustificazione clinica adeguata o senza una corretta valutazione dei rischi e dei benefici. Ciò può portare a una spesa eccessiva, a ritardi nelle diagnosi e a un uso inefficiente delle risorse sanitarie. Pertanto, è fondamentale promuovere una pratica clinica basata sull’evidenza e sull’appropriatezza dei test di laboratorio, al fine di ottimizzare l’utilizzo delle risorse e migliorare i risultati per i pazienti.

Intelligenza Artificiale

Un altro argomento di grande interesse durante la conferenza è stato l’applicazione dell’intelligenza artificiale (AI) nella medicina di laboratorio. L’AI offre l’opportunità di analizzare grandi quantità di dati in modo rapido ed efficiente, contribuendo alla diagnosi precoce, alla previsione dei risultati clinici e alla personalizzazione delle terapie. L’uso dell’AI può migliorare l’accuratezza dei risultati di laboratorio, consentendo una diagnosi più precisa e tempestiva. Tuttavia, è necessario affrontare questioni legate all’etica, alla privacy dei dati e alla validazione dei modelli di intelligenza artificiale prima di una piena implementazione nella pratica clinica.

Medicine di precisione nel testing medico

Un approccio emergente nella medicina di laboratorio è rappresentato dalla medicina di precisione nel testing medico. La medicina di precisione mira a personalizzare la diagnosi e il trattamento in base alle caratteristiche individuali dei pazienti, come il loro patrimonio genetico. L’utilizzo di test di laboratorio specifici e accurati può consentire una diagnosi precoce e una scelta terapeutica mirata, migliorando l’efficacia dei trattamenti e riducendo il rischio di reazioni avverse.

Ruolo dei laboratori nell’ambito della salute pubblica e dell’assistenza ai pazienti

È importante sottolineare il ruolo centrale dei laboratori clinici nella salute pubblica e nell’assistenza ai pazienti. I dati e le informazioni fornite dai laboratori di analisi sono fondamentali per la sorveglianza delle malattie, l’identificazione di epidemie, la valutazione dell’efficacia dei programmi di prevenzione e la pianificazione delle risorse sanitarie. I risultati dei test di laboratorio influenzano direttamente le decisioni terapeutiche e consentono una gestione più accurata delle condizioni dei pazienti.

 

Armonizzazione degli standard

La sfida dell’armonizzazione nei laboratori di medicina di laboratorio è stata ampiamente discussa durante la conferenza. L’armonizzazione si riferisce alla standardizzazione dei metodi di laboratorio e all’adozione di linee guida comuni per garantire risultati comparabili e affidabili tra diversi laboratori. Ciò è fondamentale per garantire la coerenza e la qualità dei risultati di laboratorio, facilitando la comunicazione tra i professionisti sanitari e consentendo una migliore valutazione delle condizioni dei pazienti.

Il diabete

La conferenza ha anche presentato gli ultimi progressi nella ricerca clinica e di laboratorio sul diabete. Il diabete è una malattia cronica in rapida crescita a livello mondiale, e la chimica clinica e la medicina di laboratorio giocano un ruolo fondamentale nella gestione di questa condizione. Le nuove scoperte e le innovative metodologie diagnostiche presentate durante la conferenza offrono nuove prospettive nella diagnosi precoce, nel monitoraggio del diabete e nello sviluppo di terapie personalizzate per i pazienti affetti da questa malattia.

L’utilizzo dei biomarcatori

Nelle sessioni dedicate alla ricerca nell’ambito della medicina di laboratorio i biomarcatori hanno rappresentato un argomento chiave . I biomarcatori sono misurabili oggettivamente e possono essere utilizzati come indicatori di processi biologici normali o patologici. Nella ricerca di laboratorio, l’identificazione e la validazione di biomarcatori possono fornire informazioni preziose sulla diagnosi precoce delle malattie, la prognosi, la valutazione dell’efficacia dei trattamenti e lo sviluppo di nuove terapie. L’utilizzo di biomarcatori avanzati può migliorare la precisione e l’efficacia dei test di laboratorio, consentendo una migliore gestione delle malattie e dei pazienti.

Le principali aziende nel settore della diagnostica in vitro (IVD) e le loro specifiche aree terapeutiche

Il settore della diagnostica in vitro (IVD)  vede la presenza di diverse aziende che producono e commercializzano dispositivi diagnostici per l’analisi dei campioni biologici e la determinazione di parametri biologici o chimici correlati alla salute e alle malattie. Tra le aziende presenti, anche con workshop educazionali dedicati ai delegati, segnaliamo per esempio Menarini Diagnostics, che si occupa in particolare di diagnostica clinica e di laboratorio, con un’ampia gamma di test e dispositivi per diverse aree terapeutiche, come la cardiologia, l’endocrinologia e l’oncologia; Abbott Diagnostics, che offre una vasta gamma di soluzioni diagnostiche in vitro, tra cui test per malattie infettive, cardiologia, diabete e oncologia; Werfen, che è specializzata nella diagnostica in vitro per l’emostasi e l’ematologia e offre soluzioni per la valutazione dello stato emocoagulativo , l’analisi dei fattori di coagulazione e altre condizioni ematologiche; Stago, un’azienda focalizzata sulla diagnostica dell’emostasi e fornisce soluzioni per la valutazione dei disturbi della coagulazione, come test di routine, test specializzati e sistemi di automazione; Diasorin, specializzata nella diagnostica molecolare e immunologica, con un’ampia gamma di test per malattie infettive, oncologia e endocrinologia; Roche Diagnostics, divisione di diagnostica dell’omonima azienda farmaceutica, offre un’ampia gamma di test e dispositivi per diverse aree terapeutiche, come l’oncologia, la cardiologia, l’endocrinologia e le malattie infettive.

Conclusione

La Conferenza di Roma ha rappresentato un’importante opportunità per discutere e approfondire le ultime scoperte e le migliori pratiche in tutti questi ambiti. L’innovazione e la ricerca continua nella precisione dei dispositivi diagnostici e nella medicina di laboratorio offrono grandi possibilità per migliorare la salute dei pazienti e ottimizzare i sistemi sanitari. La pubblicazione degli outcomes, ossia dei risultati delle ricerche e degli studi condotti nel settore della medicina di laboratorio, riveste un ruolo fondamentale per l’avanzamento della conoscenza scientifica e per l’implementazione di migliori pratiche cliniche e:

  • consente la condivisione delle scoperte scientifiche e dei progressi nel campo della diagnostica e medicina di laboratorio (questo scambio di informazioni favorisce la collaborazione tra i ricercatori e gli operatori sanitari, promuovendo il confronto e la discussione sulle nuove scoperte e sulle applicazioni pratiche)
  • contribuisce anche alla trasparenza e all’affidabilità delle ricerche condotte nel settore. Attraverso la revisione paritaria (peer review) delle pubblicazioni scientifiche, gli esperti del settore valutano la validità scientifica degli studi e ne garantiscono l’accuratezza dei risultati
  • è essenziale per la diffusione delle conoscenze scientifiche e per l’educazione continua dei professionisti della diagnostica e medicina di laboratorio. Le pubblicazioni scientifiche forniscono una fonte di informazioni aggiornate e basate sull’evidenza, consentendo ai professionisti di rimanere al passo con gli sviluppi più recenti e di adottare nuove pratiche per migliorare la qualità della cura e dei risultati per i pazienti.
image001
Si precisa che gli articoli non sono riproducibili senza l’approvazione dell’editore: per qualsiasi riutilizzo con scopi commerciali o promozionali, è necessario richiedere opportuna quotazione scrivendo a GIHTAD@springer.com Gli articoli pubblicati sul GIHTAD sono fruibili in base all’attribuzione CCBY NC ND. Visualizza il testo completo della licenza

© 2024 Springer Healthcare Italia s.r.l.

Log in with your credentials

Forgot your details?